Il legno di Teak: le tipologie

Tra le varietà legnose esotiche il legno di Teak è tra le essenze più pregiate. È apprezzato per le sue caratteristiche estetiche, per la notevole resistenza agli agenti atmosferici e per la facilità di lavorazione che lo rendono uno dei legnami più adatti alle pavimentazioni da esterno. Proviene dall’albero tropicale Tectona Grandis che cresce in alcune zone dell’Asia e dell’Africa. Il teak asiatico è molto pregiato e si distingue in quattro tipologie: Teak Comune, Teak Filippino, Teak Indonesiano e Teak Burma. Le piante solo alte circa 40 metri e presentano un tronco diritto con un diametro che può superare il metro.

Il legno di Teak: le caratteristiche e gli utilizzi

Una delle qualità più apprezzate di questo materiale è la sua durabilità. La sua speciale resina oleosa lo rende resistente all’acqua, alla salsedine, agli insetti, ai parassiti, all’umidità, alle muffe e alle escursioni termiche. Queste proprietà lo rendono adatto in ambito nautico, nell’arredamento, nell’edilizia e soprattutto nelle pavimentazioni da esterno e per i mobili in legno da giardino.

La manutenzione del legno di Teak: l’Olio per Teak e per il legno da esterno

Il legno di Teak è un materiale resistente ma che necessita comunque di una manutenzione ordinaria per mantenere inalterato il suo aspetto nel tempo. Se non viene curato, con il passare del tempo, perde il suo colore originario e tende a diventare grigio. Per proteggerlo e ravvivarlo Veleca ha creato un prodotto specifico, l’Olio per Teak e per legno da esterno, formulato con specifici estratti vegetali che consentono al legno esotico di mantenere l’aspetto e il colore originario esaltando le sue naturali sfumature. L’uso a cui è destinato, lo stato e la varietà di legno definiscono la capacità di assorbenza dell’olio e le mani da passare. Il prodotto può essere applicato anche sul legno grezzo. Per mantenere invariata la qualità degli arredi da esterno, come tavoli, sedie e fioriere e le pavimentazioni in legno esotico è consigliabile trattarli con l’Olio per Teak 1 o 2 volte l’anno.

Pubblicato il 18/08/2020
 Torna al BLOG

Teniamoci in contatto!

gentile sig. sig.ra