Arredare la cameretta dei bambini tra fantasia e colore

Draghi dai mille colori volteggiano nell’aria, principesse e principi passeggiano mano nella mano, streghe e fate si scambiano incantesimi e pozioni; non è una fiaba, ma la magia che si sprigiona nella fantasia dei bambini all’interno della propria cameretta.

Per i più piccoli - e non solo - la propria camera è un regno fatato, il primo luogo dove crescere e imparare a conoscere sé stessi e il mondo. Non è solo un luogo fisico dove semplicemente andare a dormire di notte, un ambiente personale e intimo dove crescendo si passerà sempre più tempo tra musica, libri, compiti, giochi, confidenze tra amici e divertimento. Tutti noi abbiamo trascorso interi pomeriggi nella nostra camera, che spesso ha rappresentato sia un rifugio che un luogo dove rilassarci ed esprimerci, imparando a conoscere noi stessi e la realtà che ci circonda.

Data l’importanza della cameretta per ogni bimbo e bimba è importante sin da subito creare un ambiente accogliente, sicuro e personale iniziando già prima della nascita. In questo caso potrebbe essere una bella idea mantenere arredi e colori “neutri” così da dar la possibilità a chi la abiterà, crescendo, di renderla unica.

Certo, rinnovare completamente una stanza acquistando mobili nuovi può essere molto impegnativo dal punto di vista economico, tuttavia per rinfrescare e personalizzare la stanza dei propri figli non è necessario eliminare o sostituire ogni cosa: la soluzione perfetta potrebbe essere rinnovare i mobili in legno che già arredano la stanza.

 

In questo modo è possibile risparmiare mentre si sceglie la sostenibilità. Decidere di non sprecare arredi ancora belli per comprarne di nuovi è un atto di sensibilità e attenzione verso le risorse del pianeta, così preziose e bisognose (oltre che aventi diritto) di cure e dedizione. Ma non solo! Dedicarsi al découpage tutti insieme è un modo divertente per passare il tempo in famiglia sviluppando la propria creatività e rendendo ancora più forte il proprio legame.

Se quindi il piccolo o la piccola sta crescendo e reclama il diritto a personalizzare la propria stanza rendendola un nido personale ed accogliente, niente paura! Per donare ad un ambiente un aspetto completamente nuovo sono sufficienti semplici accorgimenti e tanta fantasia.

Come ad esempio cambiare il colore dei vecchi mobili in legno, completamente o solo in parte aggiungendo dettagli e disegni. Tuttavia se l’arredo è ancora in buone condizioni è possibile cambiare l’aspetto anche solo aggiungendo qualche dettaglio giocando su cromie e contrasti… un’anta colorata nel caso di un armadio, o tingendo le gambe di una diversa tonalità nel caso di una sedia o di uno sgabello.

Niente freni alla fantasia: per creare un ambiente fantasioso, divertente e originale - ideale per bambini e ragazzi - può aiutare pensare fuori dagli schemi e magari dipingere anche porte e serramenti.

Legnopastello: tinte pastello per colorare e laccare il legno

In ogni caso il miglior “complice” è Legnopastello, il prodotto Veleca ideato per colorare e laccare il legno. Si tratta di una vernice inodore a base d’acqua - quindi atossica e completamente sicura anche per i più piccoli - indicata per tingere, colorare e laccare mobili, porte, serramenti, parquet ed articoli di legno sia all’interno che all’esterno della casa.

Sono disponibili otto colori tonalità pastello, cromie perfette per una cameretta data la loro delicatezza che permette di creare un ambiente accogliente, oltre ad essere ideali per non stancare la vista considerata la grande quantità di tempo che il bimbo o la bimba, insieme ai propri amichetti, passeranno in quella confortevole stanza.

Grazie a Legnopastello è possibile modificare l’aspetto del legno ricreando diversi effetti estetici: un’opzione potrebbe essere realizzare una tinteggiatura a vista senza coprire la venatura del materiale; in questo modo si dona al legno la tonalità pastello desiderata lasciando tuttavia intravedere la bellezza caratteristica di questo materiale.

Il procedimento prevede di diluire il prodotto al 15/20% con acqua e applicare con un pennello una mano leggera su legno carteggiato e pulito seguendo il senso della venatura del legno. Due o tre minuti dopo l’applicazione si passa un panno asciutto per uniformare il colore e togliere l’eventuale prodotto in eccesso che non è stato assorbito dal legno.

Dopodiché si devono aspettare tra le tre e le quatto ore e successivamente applicare una mano di vernice trasparente all’acqua lucida, satinata o opaca (noi proponiamo i prodotti Mobil H, Pinteco o Palkerol). È poi necessario lasciare asciugare per dodici ore, successivamente carteggiare accuratamente e infine applicare un’altra mano di vernice trasparente per ottenere un risultato ottimale.

 

Nel caso in cui il vecchio mobile sia particolarmente rovinato, con Legnopastello è possibile optare per una laccatura a colore pieno così da coprire la venatura e/o la vecchia vernice e ottenere un risultato morbido al tatto e resistente all’usura, sia sul legno grezzo che già verniciato.

Nel caso di legno già verniciato da rinnovare, occorre carteggiare molto bene oppure sverniciare per togliere completamente la vecchia vernice. Successivamente è necessario applicare due mani di Legnopastello intervallate da due ore e lasciare asciugare per 24 ore. In seguito si deve carteggiare accuratamente e terminare il trattamento applicando una mano di vernice trasparente all’acqua lucida, satinata o opaca.

 

Volete un carattere più ricercato? Potete scegliere il “decapé”: si tratta di una tecnica di finitura volta ad ottenere un effetto di invecchiamento che lasci intravedere le venature del legno o il colore della vernice sottostante, così da modificare i colori dei pori e delle venature naturali del legno.

In questo caso si deve applicare una mano di vernice trasparente all’acqua (con i prodotti AcrivelPinteco o Mobil-H) diluita al 30%.

Dopo tre o quattro ore si applica una mano di Legnopastello nel colore che più si preferisce, per poi lasciare asciugare dodici ore. È poi necessario carteggiare con carta vetrata fine, asportando il colore dalla superficie piena e lasciandolo nei pori del legno. Infine, si termina il trattamento applicando una o due mani di vernice trasparente all’acqua lucida, satinata o opaca.

 

Per un effetto anticato è possibile scegliere un trattamento di sbiancamento per modificare il colore del legno. Per questo effetto risulta più adatto un tipo di legno di colore medio-scuro con pori profondi e venature ben definite, come ad esempio il rovere. Se decidete di optare per questo risultato, è necessario applicare una mano di vernice trasparente diluita al 30% con acqua (utilizzando i prodotti Veleca Mobil-HPinteco o Palkerol).

Dopo tre o quattro ore si applica una mano di Legnopastello bianco puro o diluito a seconda di quanto si vuole che la tonalità risulti tenue; si lascia poi asciugare per 8-10 ore. Dopodiché è necessario carteggiare accuratamente il legno con un abrasivo fine: più si carteggia e più si toglie il colore, perciò si deve continuare a carteggiare la superficie sino ad ottenere il grado di sbiancamento desiderato.

Rinnovare la stanza dei più piccoli può trasformarsi in un’occasione per sprigionare la propria creatività divertendosi insieme; la chiave per un risultato originale e divertente è sperimentare con tonalità ed effetti estetici: Legnopastello è la soluzione più adatta a soddisfare queste esigenze ottenendo ottimi risultati in maniera semplice.

Pubblicato il 25/06/2021
 Torna al BLOG

Teniamoci in contatto!

gentile sig. sig.ra