Come restaurare un mobile antico unendo creatività e sostenibilità

mobili antichi sprigionano una grande suggestione e donano un tocco di eleganza a qualsiasi ambiente, rendendolo ricercato e di carattere. Anche se le imperfezioni dovute al passar del tempo e all’utilizzo possono contribuire al fascino di un oggetto tramandato di generazione in generazione sicuramente tarli, graffi e macchie possono offuscare la bellezza di un oggetto che ha visto tempi migliori.

Per restituire dignità al mobile della nonna o per valorizzare l’acquisto d’impulso al mercatino dell’antiquariato, si possono utilizzare prodotti specifici e, con semplici interventi mirati, ritrovare l’originaria bellezza del legno e delle lavorazioni artigianali.

Uno scrittoio, una coppia di poltroncine, una cassettiera o un baule antico possono valorizzare l’arredo con il calore del legno e la maestria delle lavorazioni di una volta. Con un po’ di fantasia e gusto è possibile accostare elementi molto diversi fra loro: il contrasto che si creerà tra le linee contemporanee e le forme classiche sarà la chiave per un ambiente accogliente e dal carattere deciso, valorizzando allo stesso tempo l’essenzialità dello stile moderno e la bellezza del legno antico.

 

Oggi infatti il mobile “vissuto” è tornato a far parte delle tendenze che sanno mescolare stili diversi per creare arredi sempre nuovi, lontani dagli standard. Se ad esempio la casa è particolarmente essenziale, complementi d’arredo shabby chic, country o etnici, così come un solo pezzo di antiquariato, potranno creare un effetto sorpresa in una particolare zona della casa accanto ai mobili più moderni e monocromatici.

Se siete entrati in possesso di un vecchio mobile, cimelio di famiglia, e vi domandate “come restaurare un mobile antico” avete già tutti gli ingredienti per donare alla vostra casa una nota originale e ricercata senza spendere cifre importanti e salvaguardando l’ambiente: con i prodotti giusti e qualche accortezza, potrete realizzare un ottimo restauro facendo tornare il vecchio mobile in legno al suo splendore originale.

Riscoprire, riadattare e restaurare sono le parole chiave della sostenibilità e anche nel quotidiano è possibile dare un piccolo ma importante contributo alla limitazione dello spreco.

Prodotti specifici per restaurare i mobili in legno

Per restaurare un mobile in legno di qualsiasi stile, il procedimento è semplice. Nel caso in cui il mobile da restaurare sia rimasto a lungo al chiuso o depositato in un ambiente umido, è necessario lasciarlo all’aria aperta per due o tre giorni.

Qui la procedura si differenzia secondo i casi: se il mobile si presenta in buono stato, allora sarà sufficiente pulirlo con il decerante pulitore per legno oppure sgrassarlo profondamente con alcol; se invece la superficie dell’arredo è in gran parte rovinata, sarà necessario rimuovere la vecchia vernice con uno sverniciatore come Grinto Gel, per poi pulire attentamente i residui utilizzando alcol o diluente nitro.

A questo punto si deve decidere se mantenere la tonalità originale del legno oppure se modificare il colore applicando un tingente.

Per accentuare il colore originale del legno, Veleca propone Laccantica, un fondo/turapori di gommalacca ambrata naturale in soluzione con alcool, ideale per donare una particolare tonalità naturale e dorata tipica del legno trattato in stile antico.
Grazie alle sue particolari caratteristiche, Laccantica esalta i colori e le sfumature naturali del legno, è facile da applicare - con pennello o tampone - e si asciuga velocemente; chiudendo i pori ed eliminando i difetti del legno restituisce una superficie totalmente rinnovata.

Se invece si preferisce mantenere inalterato il colore originale del mobile antico, Veleca vi propone Tampoval, fondo e vernice lucida formulata con gommalacca trasparente ideale per la verniciatura di mobili antichi e di tutti gli oggetti in legno.
Tampoval è facile da applicare (a pennello o a tampone), asciuga velocemente ed elimina i difetti superficiali del legno. Inoltre, se applicata e "tirata" con un tampone, Tampoval è anche una vernice brillante indicata per la lucidatura dei mobili antichi o in stile.

 

Date le varie forme e parti intagliate che spesso troviamo nel mobile antico, nel caso in cui la superficie dovesse risultare difficile da lucidare con le normali vernici alla gommalacca, Veleca ha una soluzione anche per questo: si tratta di Sirio, particolare vernice trasparente brillante formulata con resine di gommalacca, indicata per lucidare intagli, sagome, piedini, cornici, bordi e profili.
Sirio è di facile utilizzo poiché aderisce perfettamente a qualsiasi superficie; si applica “a striscio” utilizzando un pennello oppure uno stoppino, tirandola da un lato all’altro senza ripassare. Si ottiene in questo modo una superficie brillante e morbida al tatto.

A questo punto è possibile proseguire in vari modi secondo il risultato che si vuole realizzare. Se il vostro obiettivo è ottenere una finitura in stile antico dall’aspetto brillante, il prodotto da utilizzare è Bionda, una miscela di gommalacca ambrata naturale in soluzione con alcool, indicata per la finitura e lucidatura a tampone dei mobili e di tutti gli oggetti in legno ai quali donerà una tonalità dorata e naturale tipica del legno trattato in stile antico. Si otterrà così una superficie brillante e morbida al tatto le cui sfumature saranno naturalmente valorizzate.

Grazie a prodotti efficaci e di semplice utilizzo sarà possibile restaurare qualsiasi mobile antico o semplicemente vintage… e il risultato sarà divertimento e soddisfazione.

Pubblicato il 25/06/2021
 Torna al BLOG

Teniamoci in contatto!

gentile sig. sig.ra